Realizzazione Siti Web e Servizi di Posizionamento nei Motori di Ricerca

Pompei ed Ercolano


Campania: Pompei ed Ercolano

Correva l'anno 79 d.C. erano le 7,30 del 25 agosto quando un fiume di detriti e gas tossici seppellì la città di Pompei, trasformando le case, le persone e tutto ciò che si trovava nel centro campano in uno spettacolo bianco di cenere finissima “come fosse nevicato”, ricorda Plinio il Giovane in una lettera a Tacito.

Ci sono voluti sette secoli, prima che Pompei rivedesse la luce: gli scavi sono infatti cominciati nel 1784, e hanno restituito all'umanità la necropoli, il tempio di Iside e il quartiere dei teatri. Poi, dal 1800 in avanti, fu un susseguirsi di scoperte: la porta Ercolano, i teatri, la Casa del Fauno, gli edifici del Foro.

Anno dopo anno, decennio dopo decennio, Pompei ritornava in superficie dopo secoli e secoli in cui è rimasta un città sommersa sotto la cenere e la terra che la nascondeva all'uomo moderno. Ora, grazie all'impegno di storici e della soprintendenza archeologica che si occupa dell'importante sito archeologico, è possibile visitare gli scavi di Pompei ed Ercolano, scegliendo dei percorsi tematici che vanno dalla casa romana, che permette di visitare l'antica domus romana, agli edifici in si svolgevano gli spettacoli teatrali o dei gladiatori, parte della lussuosa Villa dei Papiri ad Ercolano, e i calchi in gesso che hanno permesso di riportare in vita, almeno visivamente, le terribili scene dell'eruzione del Vesuvio, con gli antichi abitanti di Pompei sorpresi dalla coltre mortale. Infatti i corpi hanno lasciato sul terreno delle cavità ed il gesso utilizzato dai responsabili degli scavi, solidificandosi, ha preso la forma che i cadaveri hanno impresso sul terreno in quella sfortunata e tragica mattina del 25 agosto del 79 a.C.

Visitare i siti archeologici di Pompei ed Ercolano è un'avventura che affascina ed al tempo stesso lascia atterriti, la forza della natura che in un paio d'ore ha spazzato via un'intera civiltà, una società a quel tempo fra le più evolute è un pensiero che facilmente evocano le rovine e i tanti edifici dei centri archeologici campani.

Note legali | Copyright © 1996-2008 Genesi S.r.l. - E-mail info@genesi.it | P.Iva 01680570676